Film & serie tv

Still Alice

Ciao a tutti!

Oggi vorrei parlarvi di un film che ho visto nel weekend che mi ha molto colpito e del quale mi piacerebbe parlarvi.

Il film di Richard Glatzer è l’adattamento cinematografico del romanzo Perdersi- Still Alice, della neuroscienziata Lisa Genova.

La protagonista, Oscar come miglior attrice protagonista è Julianne Moore, davvero molto brava.

Alice Howland è una donna vicina ai cinquant’anni ed un’affermata linguista che insegna alla Columbia University, ha famiglia molto unita composta dal marito chimico e tre figli: Anna, Tom e Lydia.

Ad un certo punto, nella vita di Alice, qualcosa comincia a cambiare, inizialmente qualche dimenticanza ed in seguito veri e propri momenti di “vuoto” durante i quali non riconosce il posto in cui si trova. Questi eventi convincono Alice ad andare dal medico che le consiglia di sottoporsi  ad alcuni accertamenti ed in poco tempo le viene diagnosticata una forma presenile di Alzheimer di origine genetica.

Tutte le sue certezze crollano ed Alice diventa una donna fragile e indifesa, anche agli occhi della sua famiglia che l’ha sempre vista come un pilastro.

Il film racconta come Alice affronta la malattia ed il suo progressivo ed inarrestabile decadimento cognitivo e le reazioni della sua famiglia.


Era da tempo che volevo vedere questo film, e devo dire che non mi ha assolutamente deluso. Ovviamente non è un film semplice, è un film drammatico, che fa piangere, non commuovere, ma proprio singhiozzare, perchè non è così difficile immedesimarsi nella protagonista o nei suoi familiari, non si racconta una realtà così lontana ed improbabile. Nel film si vede proprio come può essere terribile il morbo di Alzheimer, la sua insorgenza è così subdola e la sua progressione così rapida da non lasciare scampo. E’ angosciante vedere come Alice rimane integra nel fisico e come piano piano perda totalmente il suo essere, ovvero la sua memoria.

Senza memoria perdiamo veramente tutto, noi siamo fatti di tutti i nostri ricordi, senza quelli non esistiamo, respiriamo, ci muoviamo, ma non viviamo veramente. E la cosa tremenda è rendersi conto che piano piano tutti i tasselli che costituiscono la nostra vita stanno scomparendo e non possiamo fare niente, ma solo arrendersi a nostro destino. Julianne Moore è bravissima e si merita indubbiamente l’Oscar per aver interpretato Alice, perchè attraverso i suoi occhi proviamo l’incredulità, la rabbia, l’angoscia, il dolore, lo smarrimento, la paura, la tristezza, l’amore che lei prova e che tutti i malati hanno provato. L’Alzheimer è una malattia terribile, che ti priva della tua anima, lasciandoti come un povero involucro, vuoto all’interno.

Vi consiglio questo film, perchè fa riflettere, commuovere ed emozionare.

Fatemi sapere cosa ne pensate.

Alla prossima e buona visione!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...