GRAVIDANZA

Le pillole dell’ostetrica: la sciatica

Ciao a tutti!

Ecco una nuovo articolo su un argomento sul quale spesso ricevo domande, e richieste di saiuto da parte delle donne che seguo in gravidanza.

La sciatica o lombosciatalgia è un disturbo molto frequente in gravidanza, circa il 60% delle donne ne soffre anche solo per un periodo transitorio.

La lombosciatalgia o sciatica è un’infiammazione del nervo sciatico che interessa il gluteo e la parte posteriore della coscia e del polpaccio, a volte anche del piede.

SINTOMI

Sono caratteristici poiché, a differenza della lombalgia, ovvero del mal di schiena localizzato nella zona lombare, il dolore dovuto alla sciatica in gravidanza è più simile a una fitta intensa e bruciante che si irradia lungo l’arto inferiore, interferendo spesso con la deambulazione (perché la gamba coinvolta è dolorante o indolenzita).

Il disturbo si presenta in genere dopo il 5°-6° mese di gravidanza, con un picco nel terzo trimestre, quando il pancione è ormai cresciuto.

CAUSE

Le cause della lombosciatalgia sono la crescita dell’utero e il peso del bambino, che comprimono il nervo sciatico, e la particolare postura (iperlordosi) assunta in questo periodo dell’attesa, quando il baricentro si sposta in avanti e la futura mamma tende ad inarcare la schiena e a spostare le spalle indietro per compensare il peso del pancione. Tra i fattori di rischio troviamo inoltre un problema di ernia precedente alla gestazione.

PREVENZIONE

Ci sono però alcuni accorgimenti che permettono di ridurre il rischio che il fastidio si presenti.
Tenere sotto controllo l’aumento di peso nei nove mesi è sicuramente molto utile, ma anche assumere una postura il più possibile corretta, quando si è ferme e quando si è in movimento, riduce ulteriormente la possibilità di disturbi alla zona lombare.

Ad esempio, se la futura mamma trascorre molto tempo in piedi è opportuno concedersi momenti di pausa a intervalli regolari, sollevando le gambe; viceversa, se resta seduta per molte ore consecutive dovrà alzarsi spesso e fare qualche passo per sgranchire le gambe.
Per favorire una postura corretta è importante anche scegliere le calzature giuste; evitare le scarpe con i tacchi alti, ma anche quelle con la suola del tutto piatta: il modello migliore è quello con un tacco di 3-4 centimetri.
Attenzione, infine, quando si devono sollevare pesi. E’ meglio accovacciarsi, afferrare l’oggetto da sollevare e poi rialzarsi, evitando di piegarsi in avanti facendo poi leva sulla schiena per sollevare il carico.

Immagine correlata

COME ALLEVIARE IL DOLORE

E se nonostante gli accorgimenti la sciatica compare lo stesso?

Ecco cosa fare:
Durante il giorno, può essere d’aiuto tenere sollevata la gamba coinvolta, posando il piede su uno sgabello basso, la notte, la futura mamma potrà invece sdraiarsi su un fianco, posizionando un cuscino tra le ginocchia.
Un massaggio alla zona lombare e alla gamba, degli impacchi caldi oppure un bagno caldo possono aiutare a rilassarsi e ad alleviare il fastidio

Se questo non è sufficiente, può essere risolutivo rivolgersi a un fisioterapista o un osteopata, che aiuti la futura mamma ad assumere una postura corretta e le mostri degli esercizi utili per alleviare il fastidio.
Per chi frequenta un corso di accompagnamento alla nascita, gli esercizi di stretching e alcune posizioni yoga solitamente proposti in queste occasioni possono, se ripetuti con costanza a casa, rivelarsi di aiuto. Una posizione che in genere regala sollievo, per esempio, è questa: supine a terra, gambe sollevate appoggiate a una parete e zona lombare distesa e aderiente al pavimento, così da contrastare gli effetti della lordosi.

Particolarmente indicata nei casi di lombosciatalgia è l’attività in piscina: in acqua si riduce la forza di gravità, muoversi risulta più agevole, la muscolatura si rilassa e si alleviano le tensioni. La futura mamma potrà nuotare, fare alcuni esercizi (un corso di ginnastica in acqua per gestanti potrebbe essere una buona soluzione) o anche solo camminare dove l’acqua è più alta.

La soluzione giusta è molto soggettiva, consiglio comunque di sperimentare per cercare di capire quale fa al caso vostro, inoltre la cosa migliore è sempre alternare momenti di riposo e momenti di attività, quindi non è utile mai fermarsi del tutto. Il riposo a letto è da sconsigliare in caso di dolore, poichè non aiuta la muscolatura a sciogliersi.

Spero di esservi stata utile con questo vademecum in caso di sciatica. Fatemi sapere se ne avete sofferto in gravidanza e quali sono stati i vostri rimedi.

Risultati immagini per sciatica in gravidanza rimedi

Alla prossima

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...