Neonati e prima infanzia · POST PARTUM E PUERPERIO

Essere genitori: aspettative vs realtà

Alzi la mano chi prima di essere genitore aveva un’idea ben diversa di quella che sarebbe stata la realtà. Io sono una di quelle persone. Non perchè io pensassi chissà cosa, o perchè io pensi che adesso la mia vita sia peggiorata (anzi), ma guardando in faccia la realtà la vita cambia, eccome se cambia.

Immagine correlata

Io ho sempre pensato di essere portata per stare con i bambini, mi sono sempre piaciuti e non vedevo l’ora di averne uno tutto mio. Credevo che avrei affrontato ogni difficoltà con il sorriso sulle labbra perchè sarei stata così felice che tutto sarebbe stato semplicissimo.

Niente di più sbagliato, già dalla gravidanza ho dovuto ricredermi; io ostetrica, che dispensavo consigli a tutte le mamme ho vissuto una gravidanza impegnativa dal punto di vista fisico, vomitando ogni giorno per quasi 9 mesi ! Già qui dovevo immaginare che tutto non sarebbe stato come lo immaginavo..ma io sono ottimista di natura e per quanto mi sforzi di vedere il lato negativo, in realtà, sotto sotto penso sempre che il meglio deve ancora venire.

Luna poi ha deciso di arrivare prima del previsto, la data presunta del parto era il 2 marzo, mentre lei è arrivata per il giorno di San Valentino come un dolce uragano a stravolgere le nostre vite.

Io non ero pronta, la sua camerina non era terminata, avevo a malapena finito di preparare la borsa per il parto, la casa era sottosopra, ma lei ha deciso che io dovevo essere pronta. Io che amo essere preparata e organizzata mi son travata con lei tra le braccia e tutto è cambiato.

Inizialmente non avere tutto al suo posto è stato per me un problema, perchè mi sono trovata a lottare con me stessa con la mia voglia di perfezione, di avere una casa perfetta, di essere una mamma perfetta, di essere una moglie perfetta, contro la realtà.

Una realtà fatta di stanchezza immensa, poco tempo a disposizione, casa incasinata e 2000 cose da lavare.

La notte

La reatà è che per essere una mamma e una moglie perfetta, non serve avere una casa linda e pulita, non serve avere tutti i vestiti puliti e piegati perfettamente, ma serve soltanto essere serena. Si, una donna serena riesce ad essere una buona mamma. Perchè i piccoli hanno bisogno di tante attenzioni e non si può pensare di essere delle wonder woman.

O almeno, io sono giunta a questa conclusione. Non voglio essere una wonder woman, voglio essere una mamma serena per Luna, contenta, magari con la casa in subbuglio, ma felice di aver passato la giornata fuori con lei e di aver passato del tempo insieme.Vestirsi per uscire

Voglio essere una moglie e una compagna felice, e non che riversa tutte le frustrazioni sul marito; perchè non se lo merita e non fa bene al rapporto.

Essere genitori è un’esperienza fantastica e bisogna lasciarsi andare, lasciarsi trasportare, non si può essere perfetti, alla fine ciò che conta è davvero solo e soltanto la felicità.

E la felicità non è fatta di perfezione, ma di cose imperfette fatte con amore.

Io lotto ogni giorno contro la mia voglia di fare miliardi di cose e poi se non ci riesco sono arrabbiata e nervosa; sono un giudice molto severo con me stessa. Ma adesso ho capito che devo lasciarmi trasportare dal sorriso della mia bambina, e che devo essere felice di passare del tempo con lei senza voler fare altre 100 cose insieme.

Mi rivolgo a tutte le mamme , non vi giudicate, cercate di essere serene, ad essere mamme si impara piano piano, si sbaglia continuamente, ma non per questo siamo dei cattivi genitori. Da sole non possiamo fare tutto, chiediamo aiuto e non sentiamoci fallite se deleghiamo qualcosa per passare del tempo con il nostro bambino.

I momenti passano e i rimpianti restano..cerchiamo di essere felici ogni giorno della nostra vita e i nostri figli potranno solo trarne beneficio.

Immagine correlata

Annunci

3 thoughts on “Essere genitori: aspettative vs realtà

  1. che bell’articolo 😉
    a breve nascerà il mio bimbo non so che mamma sarò ma anche io sono un pò perfettina purtroppo ….ma dovrò fare i conti con la realtà non si può volere tutto dalla vita e quello che mi prefiggo io è la serenità con il bimbo e con il mio compagno, i disordine? non morirà nessuno —-

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...