Potpourri

Non reprimere le emozioni: il pianto

La maggior parte delle volte noi adulti andiamo in crisi se un bambino piange.

Perché i bambini non possono piangere? La prima cosa che diciamo quando un bambino piange è:” Dai, smettila di piangere!” “Su che vuoi che sia!” “Shh, dai non è così grave!” ecc.., lo facciamo quasi in automatico e senza pensarci chiediamo ai bambini di non piangere, anche perchè spesso non sappiamo gestire la situazione.

Cerchiamo di far smettere i bambini di piangere il prima possibile, zittendoli, minimizzando i loro sentimenti o mettendo loro il ciuccio in bocca nel caso dei neonati, per non andare in crisi e non dover trovare una soluzione in questo momento di difficoltà. O peggio; per non vergognarci, per non essere giudicati dagli altri.

Cosa fare? prima di tutto ricordarsi che i bambini POSSONO e DEVONO piangere perchè in quel momento stanno liberando un’emozione, un’emozione che non sanno gestire in altro modo, che non sanno esprimere diversamente.

Un-neonato-che-piange

Anche per noi adulti il pianto è una valvola di sfogo spesso necessaria per stare meglio, e lo stesso vale per i bambini che devono avere il diritto di piangere senza essere repressi.

Cosa fare?

. Non avere paura del tuo bambino che piange

. Lascialo piangere e non soffocare e sminuire il suo pianto e le sue emozioni

. Asseconda e accogli le sue emozioni, mettendoti al suo livello, lasciandolo sfogare, semplicemente stando vicino a lui.

. In seguito cerca di risolvere il problema.

I bambini hanno necessità di esprimere le loro emozioni e i loro sentimenti, le loro paure o tensioni e il nostro compito è aiutarli a capire, contenenerli, accoglierli e non farli sentire sbagliati.

Mai minimizzare o sminuire le loro sensazioni, per noi può essere una banalità ma per loro può essere un problema difficile da gestire; vanno perciò assecondati, accolti e capiti.

Non si diventa adulti coraggiosi se non piangiamo e reprimiamo i nostri sentimenti, anzi.

I nostri figli sapranno gestire le loro emozioni imparando da noi, vedendo noi che abbiamo imparato ad affrontare le situazioni di difficoltà e di tristezza, esternandole senza vergogna.

Per crescere bambini che saranno adulti sereni e capaci di affrontare con serenità le emozioni della vita dobbiamo essere noi i primi a mostraci per come siamo, sereni nell’accogliere anche le emozioni di tristezza e negatività.

E un bel lavoro su noi stessi, ma che vale la pena fare per imparare a vivere con serenità tutte le emozioni della vita.

pianto-del-neonato-notte-620x420

 

 

.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...