CONCEPIMENTO

Metodi contraccettivi ormonali

I metodi contraccettivi ormonali possono essere assunti per bocca, applicati sulla pelle o inseriti direttamente in utero, da un ginecologo,  in vagina, dalla donna stessa. Alcuni farmaci contraccettivi possono essere addirittura essere iniettati nel muscolo deltoide o nel gluteo oppure impiantati sotto la pelle del braccio.

Ecco i principali:

  • PILLOLA CONTRACCETTIVA ESTROPROGESTINICA

La pillola contraccettiva combinata è composta da estrogeni (es.etinilestradiolo) e progestinici (es. noretisterone, levonorgestrel, etinodiolo, desogestrel o gestodene). Va assunta in genere per 21 giorni consecutivi, seguiti da una sospensione di 7 giorni (durante i quali avviene la “finta” mestruazione). Agisce inibendo l’ovulazione e rendendo il muco cervicale più ostile al passaggio degli spermatozoi.

La combinazione degli ormoni (estrogeni + progestinici) sfavorisce la fecondazione e l’impianto dell’ovulo.

VANTAGGI:

  • Efficace e sicuro metodo contraccettivo.
  • Riduce il rischio di amenorrea.
  • Riduce i sintomi della sindrome premestruale.
  • Riduce l’incidenza di fibromi e cisti ovariche.
  • Riduce il rischio di malattie tiroidee.
  • Riduce il rischio di anemia da carenza di ferro.
  • Metodo contraccettivo indicato per le relazioni monogame.
  • Riduce il rischio di malattia infiammatoria pelvica ed endometrite.

SVANTAGGI:

  • Non protegge dalle malattie a trasmissione sessuale.
  • Possibile aumento del peso.
  • Possibile aumento della pressione arteriosa.
  • Tende a rallentare il metabolismo (per effetto inibitorio degli ormoni contenuti nella pillola sugli ormoni tiroidei).
  • Turgore mammario.
  • Possibile spotting (durante i primi mesi d’assunzione).
  • Aumento della peluria sul corpo.
  • Nausea, vampate di calore, vertigini, irritabilità.
  • Possibile secchezza vaginale.
  • Lieve aumento del rischio di malattie cardiovascolari.
  • Lieve aumento del rischio di cancro al seno.
  • Non è il metodo contraccettivo ideale per donne ipertese.
  • Richiede ricetta medica.

PROTEZIONE DA GRAVIDANZE INDESIDERATE:

  • Estremamente elevata: 93-99.9%.
  • L’efficacia della pillola potrebbe essere compromessa dopo episodi di vomito o diarrea grave (nelle 5 ore successive alla somministrazione).
  • L’efficacia viene compromessa dalla concomitante assunzione di alcuni farmaci (antiepilettici, antibiotici e antivirali) o sostanze naturali (es. iperico).

  • MINIPILLOLA (PROGESTINICA)
  • La minipillola è composta esclusivamente da progesterone (noretisterone, levonorgestrel o etinodiolo).
  • Va assunta quotidianamente, senza interruzione.
  • Agisce principalmente sul muco della cervice uterina (reso inospitale per lo sperma).
  • Previene l’impianto nell’utero dell’ovulo fecondato.Risultati immagini per contraccezione ormonale

VANTAGGI:

  • Non interferisce con pressione arteriosa, coagulazione del sangue, metabolismo lipidico e colesterolo.
  • Non altera il pH vaginale.
  • Non provoca secchezza delle palpebre.
  • Non genera turgore mammario.
  • Non provoca ritenzione idrica e cellulite.
  • Non interferisce con il desiderio sessuale.
  • Non interferisce con l’allattamento (può essere assunta immediatamente dopo il parto).

SVANTAGGI:

  • Non protegge dalle malattie a trasmissione sessuale.
  • Per un’ottimale copertura contraccettiva, la minipillola dev’essere assunta SEMPRE ALLA STESSA ORA (con una tolleranza massima di mezz’ora).
  • Sicurezza contraccettiva sensibilmente inferiore rispetto alla pillola combinata.
  • L’efficacia contraccettiva potrebbe essere compromessa dopo episodi di vomito o diarrea grave (nelle 5 ore successive alla somministrazione).
  • Richiede ricetta medica.

PROTEZIONE DA GRAVIDANZE INDESIDERATE:

  • Il metodo contraccettivo offre un’elevata copertura da gravidanze indesiderate (anche se lievemente inferiore rispetto alla pillola combinata): l’efficacia del metodo è variabile dal 97 al 99.5%.
  • Come nel caso della pillola combinata, l’efficacia può essere compromessa dalla concomitante assunzione di alcuni farmaci (antiepilettici, antibiotici, antiviali) o sostanze naturali (es. iperico).

  • ANELLO VAGINALE (NUVARING)
  • L’anello anticoncezionale è un apparecchio a forma d’anello, costituito da etilene vinilacetato (una plastica morbida, non tossica ed antiallergica), che permette il rilascio lento e regolare di ormoni: così impedisce l’ovulazione.
  • Il metodo contraccettivo va posizionato in vagina dalla donna, e lasciato per tre settimane consecutive. Durante la quarta settimana (in cui avviene la mestruazione), l’anello va rimosso.

VANTAGGI:

  • L’anello contraccettivo viene inserito e rimosso dalla donna (non è necessario l’ausilio medico).
  • Agisce proprio come la pillola contraccettiva: ciò che cambia è la via di somministrazione.
  • Non interferisce con il tratto gastro-intestinale: efficace anche in caso di episodi di vomito o diarrea grave.
  • Altissima sicurezza contraccettiva.
  • Non prevede il primo passaggio attraverso il tratto gastro intestinale.
  • La presenza dell’anello è impercettibile, anche durante un rapporto.
  • Assicura la regolarità mestruale.

SVANTAGGI:

  • Non protegge dalle malattie a trasmissione sessuale.
  • Può causare effetti collaterali come: prurito genitale, vertigini, acne, diarrea, vomito, astenia, lombalgia, alterazione dell’umore, calo del desiderio sessuale, leucorrea, turgore mammario, dismenorrea.
  • Può favorire l’instaurarsi di infezioni micotiche e batteriche. Gli agenti patogeni, infatti, possono annidarsi in prossimità del dispositivo e creare danni.
  • Il metodo contraccettivo potrebbe uscire spontaneamente dalla vagina durante i primi mesi d’assunzione.
  • E’ consigliato cambiare metodo contraccettivo se i sintomi persistono oltre i primi 2-3 mesi d’assunzione.

PROTEZIONE DA GRAVIDANZE INDESIDERATE:

  • Molto elevata (circa 97-99.9%).
  • L’efficacia contraccettiva viene ridotta in caso di espulsione involontaria dell’anello.

  • CEROTTO TRANSDERMICO (EVRA)
  • Il meccanismo d’azione  è equivalente a quello della pillola contraccettiva.
  • Agisce per via transdermica rilasciando, appena sotto lo strato cutaneo, un mix di ormoni estrogeni e progestinici e una volta raggiunto il circolo sanguigno, gli ormoni impediscono l’ovulazione.
  • Aumenta lo spessore del muco cervicale, ostacolando il passaggio degli spermatozoi nella cavità uterina.
  • Il cerotto va applicato direttamente su pelle pulita, asciutta, glabra, priva di ferite, irritazioni o creme.
  • Il cerotto dev’essere applicato solo una volta a settimana, per 3 settimane consecutive, lasciando poi 7 giorni di pausa (durante i quali avverrà la mestruazione).

VANTAGGI:

  • Permette alla donna di vivere una vita sessuale serena, senza ansie e paure.
  • Vomito e diarrea non interferiscono sull’efficacia contraccettiva.
  • Il livello ormonale liberato nel sangue è sempre costante.
  • Recupero immediato della fertilità in seguito alla sospensione d’uso del cerotto.
  • Non necessariamente il cerotto dev’essere rimosso e sostituito da uno nuovo nello stesso orario. L’importante è che la sostituzione avvenga sempre nel solito giorno della settimana.
  • Il cerotto contraccettivo non incide né sull’aumento di peso, né tantomeno sulla formazione/ aumento di cellulite.
  • A differenza della pillola, questo metodo contraccettivo non genera reazioni allergiche o intolleranze causate da eccipienti a base di lattosio.

SVANTAGGI:

  • Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.
  • Controindicato nelle donne obese o in evidente sovrappeso.
  • Controindicato per le fumatrici.
  • Possibile dermatite da contatto.
  • Possibile spotting.
  • Possibile amenorrea o oliogomenorrea dopo la sospensione del cerotto.

PROTEZIONE DA GRAVIDANZE INDESIDERATE:

  • Molto elevata: 97-99.9%.
  • L’efficacia del metodo contraccettivo viene compromessa in caso di distacco accidentale del cerotto.
  • L’efficacia viene compromessa dalla concomitante assunzione di alcuni farmaci o sostanze naturali (es. iperico).

  • INIEZIONE DI PROGESTINICI
  • Il metodo contraccettivo consiste nelle iniezioni intramuscolari di progestinico.
  • Le iniezioni devono essere ripetute ogni tre mesi nel muscolo deltoide o nel gluteo.

VANTAGGI:

  • Utile per il trattamento di disturbi ginecologici come ipermenorrea, polimenorrea, metrorragia, amenorrea.
  • Previene aborti spontanei.
  • Solo dopo tre mesi, la donna può decidere se continuare o meno ad utilizzare questo metodo.
  • Possibile scomparsa della mestruazione durante il periodo d’assunzione del farmaco.

SVANTAGGI:

  • Non protegge dalle malattie sessualmente trasmesse
  • Il metodo contraccettivo non dovrebbe essere utilizzato per oltre 2 anni consecutivi, dato che può provocare una temporanea riduzione della densità ossea.
  • Può provocare effetti collaterali come spotting, aumento del peso corporeo, turgore mammario, mal di testa, debolezza ed irregolarità mestruali per i primi 3-6 mesi della cura.
  • Necessità di recarsi dal medico ogni tre mesi per sottoporsi ad un’ulteriore iniezione di progestinico.
  • Costo piuttosto elevato (30-75 dollari per iniezione).
  • Aumenta il rischio di osteoporosi  e fratture.

PROTEZIONE DA GRAVIDANZE INDESIDERATE:

  • Molto elevata ( più del 99%)
  • La durata dell’efficacia contraccettiva è di tre mesi. Allo scadere di questo periodo, la donna deve sottoporsi nuovamente ad un’ulteriore iniezione di progestinico.

Ecco tutti i metodi contraccettivi ormonali, spero che questo articolo possa esservi utile per farvi conoscere altri metodi contraccettivi e o per farvi chiarezza per fare delle scelte più consapevoli.

Alla prossima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...